L’attore e regista Memé Perlini si toglie la vita gettandosi dal balcone di casa

Numerosi media nazionali hanno riportato quest’oggi la tragica notizia della morte dell’attore nonché regista italiano Memé Perlini, all’anagrafe Amelio Perlini, che, a quanto pare, si sarebbe tolto la vita gettandosi dal balcone di casa sua sita a Roma, e precisamente in Via Principe Eugenio.

Memé Perlini non aveva ancora raggiunto i sessant’anni, ma a quanto pare soffriva di depressione. L’uomo viveva solo in casa, ma aveva l’aiuto di una badante. Nella sua scrivania sarebbero stati trovati numerosi farmaci che l’attore prendeva per cercare di guarire dalla depressione, ma probabilmente non ci è riuscito.

Sembra che sul balcone di casa sua sarebbero state trovate le pantofole che l’uomo si sarebbe tolto prima di salire sulla ringhiera e gettarsi di sotto. Da tempo Memé Perlini non aveva più lavorato nonostante gli amici più cari lo avessero cercato di spronare per aiutarlo ad uscire fuori dal momento difficile.

Mettono un like alla foto di Pjanic sui social, tre romanisti nella bufera!

Ha generato scompiglio sui social l’apprezzamento di alcuni giocatori della Roma ad una foto postata da Miralem Pjanic sul suo profilo Instagram. Il giocatore ha voluto condividere con i suoi follower un’immagine che ritrae i festeggiamenti dopo la partita con il Napoli grazie alla quale hanno ottenuto una meritata finale di Coppa Italia.

Ebbene tre giocatori della Roma, Rudiger, Nainggolan ed Emerson, avrebbero messo il mi piace alla foto scatenando le proteste di molti tifosi giallorossi. Quest’ultimi non avrebbero ritenuto giusto l’aver apprezzato un giocatore che, a detta dei tifosi, l’hanno scorso li ha traditi preferendo trasferirsi alla Juventus piuttosto che restare in giallorosso.

Ce da dire che Miralem Pjanic è rimasta molto amico dell’ambiente romano, basti pensare che qualche settimana fa si è recato nel ritiro giallorosso prima della partita Torino-Roma. In quell’occasione fu anche invitato da Spalletti a fare colazione con il resto del gruppo.

Coppa Italia: la Juventus va in finale nonostante la sconfitta con il Napoli

Napoli-Juventus, valevole per il ritorno della semifinale di Coppa Italia 2016/2017, è finita 3-2, tuttavia i partenopei hanno dovuto abbandonare la competizione a causa della sconfitta subita nell’andata a Torino. Mattatore della partita è stato Gonzalo Higuain, l’argentino ha realizzato una bella doppietta.

Le due formazioni sono scese in campo con tanti giocatori diversi rispetto alla partita di campionato andata in scena domenica. Addirittura nella Juventus Allegri ha scelto ben 8/11 diversi. Anche Sarri ha cambiato, preferendo Milik a Mertens. E’ proprio Higuain ha portato in vantaggio i bianconeri complice un Reina un po’ troppo molle.

Il secondo tempo è iniziato in maniera scoppiettante: il Napoli ha immediatamente pareggiato ma qualche minuto dopo Higuain ha riportato la Juventus avanti. A quel punto è salito in cattedra Neto facendo una papera incredibile che ha permesso a Mertens, appena entrato, di pareggiare. Qualche minuto dopo, Insigne porta avanti il Napoli ma a quel punto la partita è ormai conclusa. La Juventus troverà la Lazio in finale.

Coppa Italia: la Roma vince il derby, ma è la Lazio ad andare in finale!

La Lazio è la prima finalista della Coppa Italia 2016/2017. La squadra biancoceleste ha avuto la meglio sui rivali della Roma pur perdendo 3-2 il derby, sul passaggio del turno ha influito la vittoria per 2-0 ottenuta all’andata. Spalletti è sempre più in bilico, il suo rinnovo appare sempre meno probabile.

La Lazio non è intimidita dall’accoglienza riservata dai sostenitori della Roma, anzi passa in vantaggio dopo pochi minuti grazie ad una rete di Milinkovic-Savic, allo scadere del primo tempo però, la parità viene ristabilita grazie al gol di El Shaarawy. Le possibilità di passaggio per i giallorossi restano comunque ridotte al lumicino.

Il secondo tempo è scoppiettante, Immobile spegne subito le già poche velleità della Roma. Ma i giallorossi cercano in tutti i modi di ristabilire almeno la parità e l’ottengono al 66′ grazie a Salah. All’ultimo minuto la Roma ottiene comunque una piccola soddisfazione ottenendo il gol vittoria grazie alla doppietta dell’egiziano.

L'informazione indipendente online