Come fare per aprire una società  a Londra

societa-londra

 

Chiunque volesse aprire un’attività imprenditoriale in Italia, al giorno d’oggi, deve mettere in conto almeno un mese di tempo per fissare un appuntamento con il notaio, preparare i documenti necessari, spendere circa 500 euro e versare anche un capitale sociale minimo. Ovviamente da subito poi si troverà a pagare tasse, imposte sul reddito, sulla società, a dichiarare profitti, l’iva ecc.

In conclusione, si può onestamente dire che oggi l’Italia non aiuta per niente gli imprenditori e, per questo motivo principalmente molte aziende aprono sedi societarie e società  in altri paesi dell’Unione Europea, in veri e propri paradisi fiscali come  l’Inghilterra.

Per aprire una società a Londra infatti non è necessario perdere tempo e andare dal notaio e nemmeno pagare una cifra alta in denaro, è sufficiente agire tramite web.

Il bello oltretutto è che non serve essere residenti in Inghilterra per aprire lì una società ma è sufficiente che l’azienda abbia sede in Inghilterra.

Per aprire una società a Londra infatti basta registrarsi via internet su 4 o 5 schermate di configurazione, e in circa tre ore si può creare una LTD ovvero Limited Company, l’equivalente della nostra società a responsabilità limitata.

Se volete affidarvi a gente più esperta nel settore esistono delle società intermediarie che a costi agevolati possono aprire la società per voi e alcune di queste offrono anche dei pacchetti di spesa che si aggirano anche solo intorno ai 60 euro includendo anche:

– l’indirizzo fisico nel centro di Londra per 1 anno;

– un dominio Co.uk per il vostro sito web;

– un buono di £40  da utilizzare su google adwords;

– uno sconto di £50 se aprite un conto business alla Banca Barclays, che vi permette di poter recuperare  i £50 investiti per la creazione della vostra società.

Inoltre avendo la società a Londra non occorre che dichiarate l’IVA fino a £77.000 di reddito. Perciò non è nemmeno obbligatorio aprire la partita IVA. Se invece si superano i £77.000 è possibile a fine anno dichiarare l’IVA , oppure pagare il 10 % sul reddito, senza dovere presentare fatture .

Se poi la società non ha dipendenti non occorre nemmeno fare dichiarazioni dei redditi trimestrali o registrarsi come imprenditore. Per questo questi paesi sono detti giustamente paradisi fiscali!

Se si vogliono poi successivamente destinare delle azioni a un nuovo socio o rinominare di nuovo la società, si può fare tutto on-line facilmente e per solo circa £40.

Inoltre in Inghilterra non si devono pagare tasse fino a 21 mesi dall’avvio della vostra nuova attività.

Adesso si spiega perchè molta gente preferisce aprire nuove società in questi paradisi fiscali invece che nel nostro paese.

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi