Cucine professionali, cosa serve per la cottura della pasta?

Quando si tratta di cucinare piatti di pasta all’interno della propria cucina, spesso la scelta di usare una tipologia di pentola non è un problema. Nelle cucine professionali, per velocizzare la cottura della pasta e non occupare postazioni sulle piastre, è bene avere un cuocipasta elettrico o una soluzione similare.

Non è difficile usare questo tipo di attrezzatura, anche se molte persone sono di questa idea. Tutto quello che si deve fare, è verificare che la temperatura dell’acqua sia ottimale e controllare il tempo di cottura della pasta. Infatti, in molte occasioni è molto facile sbagliarsi con il numero di minuti di cottura della pasta. Durante la routine del servizio, non è difficile immaginare di dimenticarsi di un porzione di pasta all’interno del cuoci pasta.

Per chi prepara la pasta fatta in casa ad esempio, l’utilizzo del cuoci pasta semplifica molto la preparazione del piatto di pasta, ma riduce anche il tempo di cottura della pasta. Quindi, è importante stare molto attenti al momento in cui si ritira la pasta e si conclude la preparazione del piatto.

Le cuocipasta in commercio possono essere acquistate con alimentazione ad elettrico o a gas. La differenza sostanziale tra le due attrezzature è solo ed esclusivamente l’alimentazione della fonte di calore con cui si riscalda l’acqua. In entrambi i casi,

Scegliere il modello ideale per le proprie necessità

Il fattore più importante a cui si deve badare quando si acquista una cuoci pasta, è sicuramente quello legato alla dimensione e al numero di cestelli presenti. Infatti, se si sceglie un modello troppo piccolo si potranno avere dei seri problemi durante il servizio. Se nella propria cucina si servono molti piatti di pasta, è bene scegliere un modello di cuoci pasta che permetta di superare abbondantemente il numero di piatti di pasta serviti.

Attenzione alla tipologia di formato

Uno dei problemi maggiori che succede quando si cuoce la pasta nelle cucine professionali, è mantenere il perfetto controllo sul minutaggio di cottura di differenti tipologie di pasta. Ad esempio, non si può pensare che gli spaghetti o i maccheroni di pasta fresca abbiano lo stesso tempo di cottura. Può succedere, se si sbaglia a valutare la cottura di una pasta, che allo stesso tavolo vengano serviti piatti di pasta cruda e al dente a diversi commensali. È bene valutare la tipologia di pasta che si mette all’interno del cestello metallico e di evitare di mescolare diversi tipi di pasta nello stesso cestello.

È molto difficile riuscire a cuocere due paste differenti nello stesso cestello. Quindi, è una prassi da evitare se non si vuole servire un piatto di bassa qualità ai propri clienti.

 

Boom di diete e iscrizioni in palestra dopo le feste!

Le festività sono finite da pochi giorni, ma il mondo del fitness e del wellness sa bene che questi sono i giorni migliori per fare leva sui “peccati di gola” delle feste: sono moltissimi gli italiani e le italiane che hanno deciso infatti di cercare di rimettersi subito in forma e prepararsi sin da adesso per l’estate.

Ed è boom così di siti di diete, nutrizione, integrazione alimentare e di fitness: alla ricerca della dieta migliore o del metodo più semplice per perdere quei kg di troppo accumulati durante le festività natalizie (si stima che, mediamente, durante le feste, siano stati presi fra i 2 ed i 4 Kg per persona).

Secondo alcuni esperti infatti abbiamo consumato durante le feste ben 500 calorie in più al giorno e, contemporaneamente, in molti hanno completamente abbandonato lo sport e le palestre.

Ecco dunque che si cerca sempre più spesso qualche programma detox per eliminare le tossine ed il peso in maniera graduale, ed i classici consigli che vengono dati sono quelli che ormai in molti hanno davvero imparato a memoria: bere tanta acqua (l’idratazione è molto importante) per depurare il fegato e per aiutare un corretto funzionamento dell’intestino (preferendo le acque ricche di calcio e magnesio), eliminare i cibi grassi e ridurre le porzioni senza fare diete drastiche.

Anche il sito “Metodi Per Dimagrire” ci ha dato alcuni consigli: se fra le diete più gettonate ultimamente ci sono la dieta del supermetabolismo, la dieta Dukan, la Dieta Total 10, la Dieta dell’Intestino Sano (della nutrizionista americana Kathie Madonna Swift), la Dieta Sirt (adottata anche dalla famosa Pippa Middleton), la Dieta dell’indice glicemico, la dieta del limone e la “Dieta del digiuno”, la soluzione migliore per perdere peso è sempre quella di affidarsi ad un professionista (dietologo o nutrizionista) che può creare un regime alimentare adatto alle nostre esigenze ed alla nostra fisicità.

Esistono poi tantissimi integratori alimentari che possono effettivamente favorire la perdita peso se associati ad uno stile di vita sano ed attivo, e sicuramente oggi sono usati dalla maggioranza degli italiani che vogliono rimettersi in forma.

Non dimentichiamo però che è di fondamentale importanza fare un pò di attività fisica: viviamo una vita sempre più sedentaria, ed il movimento è di fondamentale importanza per il nostro corpo

Bonus fiscale hotel, le spese che si possono inserire

Il 2018 è un anno che porta delle buone notizie per chi è il proprietario di un hotel o di un agriturismo, poiché il nuovo bonus fiscale ufficializzato dallo stato porta il credito d’imposta al 65%. Credito, che si può richiedere in caso di spese riguardanti ristrutturazioni aziendali o acquisto di arredamento.

Ottima notizia, per chi ha deciso in questo periodo dell’anno di ristrutturare la cucina del proprio hotel; modificando le stufe, cambiando l’attrezzatura presente e cambiando anche magari un tavolo in acciaio inox per la cucina.

Tutti gli investimenti eseguiti nel 2018, rientrano nell’estensione del bonus precedentemente ufficializzato dallo stato con il decreto 83/2014. Le principali differenze, sono:

– il bonus ha accolto oltre agli hotel anche gli agriturismi (esclusivamente quelli che sono compresi nelle definizioni della legge 96/2006);
– la nuova aliquota di detrazione è stata innalzata fino al 65% (quella del decreto precedente, era stata fissata al 30%);
– il tetto massimo per lo stanziamo per il biennio 2017/2018 è di 200 milioni di euro. I bonus richiesti al termine di questi fondi, non saranno accolti in nessun caso.

La procedura per la richiesta del bonus è rimasta uguale, così da rendere più semplice la richiesta a chi ne ha beneficiato nel precedente biennio. È bene ricordare, che la domanda deve essere eseguita l’anno successivo a quello in cui si sono effettuate le spese.

Nel seguente paragrafo, abbiamo inserito una serie di informazioni per determinare con più facilità quali sono le spese che si possono inserire nella richiesta e quali non ne fanno parte. Per le strutture ricettive che hanno in programma di eseguire uno o più interventi di riqualificazione è bene comprendere appieno quali possono essere inseriti nella richiesta di bonus fiscale e quali no.

Le spese ammissibili nel Bonus Fiscale 2017-2018

Per semplificare la valutazione di una richiesta di bonus fiscale, qui di seguito abbiamo inserito un breve listato con presenti tutte le tipologie d’interventi che sono ammissibili nelle richieste per il bonus fiscale del biennio 2017-2018:

– tutte le spese inerenti le ristrutturazioni edilizie
– l’acquisto di mobilia, complementi di arredo e di attrezzatura professionale per la ristorazione
– l’adeguamento della struttura per i portatori di handicap
– interventi di manutenzione straordinaria
– interventi per migliorare l’efficienza energetica e/o coibentazione
– spese inerenti l’acquisto di porte o infissi
– miglioramento e/o adeguamento sismico della struttura o parte di essa

Queste sono le categorie principali delle spese che possono essere incluse nella richiesta di bonus fiscale e che possono beneficiare di una aliquota del 65%.
Se si hanno avute delle spese di altra forma, è bene chiedere un parere al proprio commercialista o professionista che segue la pratica per la richieste del bonus. In molti casi, una domanda può essere scartata se sono presenti delle spese che non sono presenti tra quelle accettate dal bonus fiscale 2017/2018.

 

 

 

Video annunci: come acquistare e vendere qualsiasi cosa online

Annuncino è il primo portale web che ti permette di vendere qualsiasi cosa pubblicando gratuitamente dei video annunci. Il commercio elettronico continua ad andare a gonfie vele negli ultimi anni: il 2017 ha confermato l’impennata dell’anno precedente e per il 2018 si attendono grandi novità. Sempre più persone comprano su Internet, di conseguenza altrettante sono quelle che cercano di fare business proprio cominciando a vendere sul Web. Spesso si tratta di negozianti che decidono di ampliare la propria utenza realizzando una controparte della propria attività on line, in altri casi sono proprio singoli individui che avviano un nuovo eShop, approfittando delle numerose piattaforme che consentono di creare i propri scaffali virtuali.

Chi non dispone di un budget sufficiente per aprire un vero e proprio eCommerce, però, cerca sempre soluzioni alternative. Un negozio online comporta infatti delle spese importanti: innanzitutto, bisogna aprire una partita Iva, poi creare una piattaforma acquistando server e installando un Cms, ma soprattutto, bisogna organizzare il magazzino ed acquistare le scorte. La spesa iniziale può essere anche molto elevata, a seconda del settore che si vuole aggredire sul mercato online e non tutti se lo possono permettere, considerato che poi sul fatturato bisogna anche prevedere una percentuale di tasse.

Tra le soluzioni alternative, c’è chi opta per il dropshipping, un metodo di commercio che ha preso piede negli Usa circa 10 anni fa e che in Italia è sempre più diffuso. In sostanza, il venditore abbatte i costi perché il suo ruolo è più che altro quello di intermediario tra l’acquirente e il fornitore (o il produttore). Non bisogna gestire il magazzino e le spese iniziali sono rappresentate solamente dalla messa online della piattaforma di vendita. Chi non vuole o non può nemmeno far fronte a queste spese, seppur nettamente inferiori ad un eCommerce tradizionale, ha invece la possibilità di vendere ciò che vuole tramite i siti di annunci.

Video annunci gratuiti: ecco come funzionano

Annuncino è una delle realtà più frizzanti del panorama Web, non fosse altro perché offre un servizio che altri siti di annunci non possono ancora garantire. Stiamo parlando dei video annunci, ossia un nuovo formato che consente di mettere in vendita qualsiasi cosa, tramite una clip che fornisce tutti quei dettagli che una foto e la descrizione da soli non riescono a garantire. Tramite Annuncino, ad esempio, si possono vendere prodotti di elettronica, abbigliamento, utensili e tanto altro ancora. Che si tratti di cose nuove o di seconda mano, non ci sono limiti alle vendite tramite questo sito di annunci.

L’iscrizione al portale è totalmente gratuita, così come la possibilità di pubblicare video annunci: tutto ciò che si deve fare è scegliere il prodotto, l’auto o la casa da mettere in vendita, realizzare un video con la propria videocamera o con il telefonino e caricarlo su YouTube. Una volta effettuati questi passaggi, si può copiare il codice embed del filmato all’interno dell’annuncio sul sito di Annuncino e il gioco è fatto. I video annunci, garantendo un maggiore impatto, hanno più possibilità di essere consultati e di fare presa sulla potenziale clientela.

 

Droni usati, dopo Natale aumenta il loro numero

Natale è passato da qualche giorno e i siti che si occupano di compra vendita di oggetti usati stanno vivendo uno dei momenti più caldi di tutto l’anno. Utenti da tutta Italia, mettono in vendita vecchi oggetti o regali ricevuti ma che non sono graditi. La categoria dei droni usati, così come altre categorie nel settore tech è letteralmente presa d’assedio dagli amanti di questi mezzi volanti.

Chi non ha avuto la possibilità di acquistare un drone usato, vuoi per mancanza finanziaria vuoi per mancata occasione, ora non ha nessuna scusante. La possibilità di acquistare un modello utilizzato, ad un prezzo molto vantaggioso, può rendere reale il sogno lasciato in fondo a un cassetto.

Molte aziende hanno deciso di offrire ai propri utenti una serie di modelli contraddistinti come “usato sicuro”, in Italia tra i primi a fornire questo genere di servizio è stato il produttore cinese di droni Dji. Lo store Dji eBay Authorized Store, proporrà una serie di modelli e accessori di questo famoso produttore al miglior prezzo sul mercato. Inoltre, i droni usati presenti sulle sue aste saranno revisionati dagli esperti addetti che seguono questo progetto. Il fine dell’operazione, è quello di poter offrire a ogni utente un servizio di qualità e che non riservi brutte sorprese. Purtroppo, non è difficile leggere di notizie dove persone hanno ricevuto dei droni usati in pessime condizioni o peggio ancora rotti o non in grado di volare.

Flavio Dolce, il direttore di Elite Consulting (l’azienda che distribuisce e rappresenta Dji sul territorio nazionale), è stato contento di appoggiare in toto l’azione proposta dai sui partner cinesi. “Il mercato dei droni nuovi in Italia è maturo e ben radicato. Con l’avvento delle nuove generazioni di droni, sempre più spesso si possono vedere annunci di droni usati o ricondizionati, che purtroppo non sempre si è certi essere in buone condizioni. Dji ha voluto offrire ai propri utenti, un valore aggiunto anche in questo caso, fornendo loro un servizio di usato sicuro per certificare solo i droni che realmente sono in ottime condizioni” Le sue parole lasciano ben poco spazio all’immaginazione, e alle possibili truffe che commercianti disonesti potrebbero voler mettere in atto.

Per chi deciderà di acquistare uno dei prodotti garantiti da Dji, sarà anche possibile usufruire del servizio “Dji Care”. Una speciale polizza, che permette di coprire i costi necessari alla riparazione di un drone nel caso questo si danneggi durante il suo utilizzo.

Da semplice giocattolo per nerd, questo piccolo mezzo telecomandato è diventato un vero e proprio giocattolo scelto da milioni di persone. Ogni giorno infatti, sempre più persone acquistano un drone per poter provare l’ebrezza del volo teleguidato e riprendere le immagini che questi veri e propri mezzi volanti permettono.

 

Auguri Laurea: frasi e immagini divertenti per le congratulazioni via WhatsApp e Facebook

Quando il proprio migliore amico o un parente, o la fidanzata, riesce a conquistarsi il tanto sognato titolo di dottore o dottoressa, è giusto complimentarsi con lui o con lei in maniera speciale e originale. Non basta il solito cartellone, i travestimenti e gli scherzi post laurea, qui ci vogliono degli auguri virtuali da inviare via WhatsApp e Facebook. Questi due strumenti possono diventare veramente utili, soprattutto a causa di imprevisti non si può essere presente fisicamente al lieto evento. Se non si hanno idee su cosa scrivere per le congratulazioni, ecco di seguito alcune frasi e immagini divertenti per le congratulazioni e per festeggiare il raggiungimento dell’obiettivo, ovvero terminare un determinato percorso di studi. Se invece cerchi immagini divertenti su tutti gli argomenti, puoi cliccare qui.

Dopo anni trascorsi a studiare sui libri per giornate intere, il prepararsi ad ogni esame con schemi, appunti, dispense scaricate da Internet e simulazioni d’esame varie, ecco il momento di presentare i frutti di anni di fatica e sudore, ovvero la tesi per conseguire l’agognata laurea. Il giorno della discussione della tesi è il momento clou di ogni studente universitario e vuole con sé le persone care: ma può capitare che causa lavoro, forza maggiore o imprevisto, non si possa partecipare. Per questo possono venire in aiuto i social e le app di messaggistica istantanea come WhatsApp e Facebook Messenger. E’ obbligatorio trovare immagini e frasi originali per fare le congratulazioni al dottore o alla dottoressa.

Se si pensa che inventarsi delle frasi di auguri per laurea sia una impresa titanica, basta modificare e adattare le proposte prese da Internet: fare la congratulazioni per questo traguardo non è affatto difficile, basta solo scatenare la fantasia!

“Tante congratulazioni per aver raggiunto questo importante traguardo: ti auguro che questo sia solo l’inizio di un futuro splendido e ricco di successi.”

“Ti auguriamo che questa brillante carriera universitaria possa essere seguita da un luminosa carriera professionale: complimenti per la laurea!”

“Tanti auguri per la laurea, dottò! Non ti illudere, perché al parte difficile arriva ora!

Da oggi sei dottore e ti chiameremo così, ma ricordati una cosa: per noi le tue consulenze saranno sempre gratuite! Auguri e complimenti.”

“Congratulazioni! Ora che sei riuscito ad arrivare dove volevi, cerca di andare dove dovresti…a lavorare, dottore!”

Gli interessi economici nel calcio, dai diritti Tv agli stipendi dei calciatori

Il calcio è uno degli sport più praticati e più seguiti al mondo. In Italia, in particolare, il calcio è lo sport nazionale ed  è caratterizzato da tre campionati professionistici, quelli di Serie A, di Serie B e di Serie C, e dalle serie minori dilettantistiche a partire dalla Serie D.

Nel complesso quello legato al calcio in Italia è un grande business con interessi economici rilevanti non solo per quel che riguarda i diritti Tv e la vendita dei biglietti negli stadi, ma anche per la vendita di abbigliamento e di accessori a partire dalle magliette e passando per l’indotto rappresentato dai servizi di trasporto e dalla ristorazione.

I calciatori sono gli attori protagonisti di questo business a fronte di guadagni che presentano però un’ampia variabilità. Riguardo a quanto guadagna un calciatore, infatti, l’ingaggio è di norma l’entrata finanziaria più importante, ma gli atleti guadagnano anche dalle sponsorizzazioni e dalla pubblicità. Per esempio, giocatori come Cristiano Ronaldo e Leo Messi possono contare su un ingaggio faraonico, rispettivamente, dal Real Madrid e dal Barcellona, ma ogni anno incassano parecchi milioni di euro anche dallo sfruttamento dei loro diritti di immagine.

I guadagni di un calciatore, inoltre, tendono di norma a salire in ragione del suo rendimento sul campo ma anche in base alle società che intendono acquisire il loro cartellino. Ad esempio, le offerte economicamente più vantaggiose arrivano attualmente dalla Cina. La Repubblica Popolare, infatti, mira attualmente a promuovere il calcio sostanzialmente senza badare a spese, ragion per cui molti giocatori europei, in prevalenza quelli verso fine carriera, sono spesso attratti da queste offerte di ingaggio molto allettanti.

E’ il caso di Graziano Pellè, classe 1985, che nel mese di luglio del 2016 è passato al club cinese del Shandong Luneng a fronte di un ingaggio faraonico che si aggirerebbe complessivamente sui 40 milioni di euro per un contratto della durata di 2 anni e mezzo. Stessa sorte per Oscar dos Santos Emboaba Júnior, noto semplicemente come Oscar, che dal Chelsea, nel mese di dicembre del 2016, è passato in Cina allo Shanghai SIPG con un contratto quadriennale da 25 milioni di euro a stagione.

Quelli di Cristiano Ronaldo, di Leo Messi e di Graziano Pellè sono comunque dei casi limite visto che la maggioranza dei calciatori che in Italia milita in Serie A guadagna molto meno. Gli stipendi tendono poi mediamente a scendere in Serie B ed ancor più in Lega Pro dove peraltro spesso capita che i calciatori non vengano pagati entro le scadenze previste. In questi ultimi anni, infatti, molte squadre di Serie C dopo poche giornate di campionato sono entrate in crisi finanziaria rischiando poi di scomparire dal calcio professionistico.

Frasi auguri Cresima WhatsApp: biglietti semplici e citazioni Papa Francesco

La Confermazione, nota a tutti più comunemente come Cresima, è un sacramento della Chiesa Cattolica e ortodossa che esprime la discesa dello Spirito Santo sui credenti tramite l’imposizione delle mani da parte degli apostoli e dai loro successori, i vescovi: infatti è il Vescovo a celebrare questo rito. Il termine deriva dalla parola greca crisma, che a sua volta significa Unzione. Gesù Cristo infatti è chiamato anche l’Unto, così come il cristiano che, grazie a questo sacramento, sarà capace di seguirlo.  Per fare gli auguri via WhatsApp e per creare dei biglietti semplici con immagini originali, perché non affidarsi alle citazioni di Papa Francesco e dei pontefici più famosi?

Per chi non ha idee di come fare gli auguri per la Cresima a un bambino o a un proprio caro, anche adulto, che si appresta a ricevere il sacramento della Confermazione. Quali sono le migliori immagini e le migliori frasi per augurare ogni bene al festeggiato o alla festeggiata? Papa Francesco e le sue citazioni possono essere una soluzione, visto che i suoi pensieri sono adatti anche se sono scritti come messaggio di testo da inviare con WhatsApp. Per chi è a corto di idee e non ha le parole giuste da inserire nei biglietti per il cresimando, specie se si è il padrino o la madrina, conviene seguire i seguenti suggerimenti.

Per fare gli auguri attraverso WhatsApp alla persona che si appresta a fare la Cresima, basta scrivere poche righe, ma sentite. Frasi e citazioni dette da Papa Francesco, Papa Benedetto XVI, Papa Giovanni Paolo II e altri ancora, per trasformare dei biglietti semplici in qualcosa di prezioso, come questi pensieri presi dal web:

In questo giorno la gloria di Dio entra in te, ti guida nel bene e nelle disavventure del cammino che ti è prossimo. Che il mio augurio ti possa guidare attraverso l’amore e la salvezza.”

“È oggi che diventi un soldato del Signore, è oggi che ti auguriamo i più cari auguri perché possa continuare a seguire la fede di Dio, con il cuore e con l’anima.”

“In questo giorno sacro, lo Spirito Santo viene in te eleggendoti come testimone di Gesù Cristo. Ti auguro di cuore i miei più sinceri auguri e tanta felicità.”

 “Soldato di Cristo, lotta contro il male sfoderando la tua arma più forte, l’amore verso Dio e l’umanità.”

“Lo Spirito Santo è come un nostro compagno di strada, un vero e grande amico e senza di lui ci è impedito di conoscere Gesù. Gesù l’ha detto: ‘No, non ti lascio solo, ti lascio questo’. Gesù ce lo lascia come amico. Papa Francesco.”

Pentecoste 2017, quando si festeggia? Data, origini, storia e differenza con Ascensione

Sta per arrivare la Pentecoste 2017 anche se molte persone non sanno bene quando si festeggia quest’anno e il significato di questa ricorrenza importante per anziani e bambini cristiani. Il termine deriva dal greco e significa cinquantesimo giorno. Le origini di questa festività sono da trovare nel mondo ebraico, in quanto era una festa per ringraziare Dio per i frutti della terra e veniva festeggiata 50 giorni dopo la Pasqua ebraica, per segnare l’inizio della mietitura. Oltre a questo, gli ebrei ringraziavano Dio per i 10 comandamenti dati a Mosè sul monte Sinai: per questo era usanza recarsi in pellegrinaggio a Gerusalemme e astenersi dal lavoro, oltre che compiere dei sacrifici. Quando si festeggia? Le cose sono cambiate nonostante le origini e la storia della ricorrenza, soprattutto per quanto riguarda la data.

La Pentecoste Cristiana è diversa: anche in questo caso si festeggia 50 giorni dopo la Pasqua e salta subito all’occhio la differenza con l’Ascensione, in quanto questa festività prevede la ricorrenza dei 40 giorni dopo la Resurrezione di Gesù Cristo e si ricorda il girono della sua ascesa al Cielo. Ma la Pentecoste 2017 per i cristiani ha un significato particolare, ovvero il ricordare la discesa dello Spirito Santo su Maria, madre del figlio di Dio, e sugli apostoli. E’ una delle ricorrenze più importanti del Cristianesimo, in quanto molti fedeli vedono la nascita della Chiesa. Ma quando si festeggia?

La data di Pentecoste 2017 è legata alla Pasqua: essendo una festa cristiana mobile, cambia ogni anno. Gli italiani la festeggiano sempre di domenica, precisamente la settima domenica dopo la Resurrezione di Gesù, ovvero il 4 giugno 2017. Ma gli stranieri provenienti da Polonia, Austria e Spagna hanno già festeggiato in anticipo, in quanto tradizionalmente le feste cristiane venivano celebrate il giovedì: non si sa con esattezza il motivo di questa scelta, ma secondo alcuni studiosi è data semplicemente dalla cadenza esatta delle ricorrenze in questo giorno.

Festa della Repubblica eventi 2 giugno 2017 a Roma: orari parata militare e Frecce Tricolori

Oggi 2 giugno 2017 per l’Italia è una ricorrenza importante, in quanto è il 71esimo anniversario della Festa della Repubblica Italiana e a Roma, come tradizione, ci saranno le celebrazioni maggiori per ricordare l’esito del referendum del 1946 che segnò l’inizio dell’Italia Repubblicana. Gli eventi di spicco sono la parata militare ai Fori Imperiali e lo show delle Frecce Tricolori che sorvoleranno la Capitale con le loro acrobazie e disegneranno il Tricolore nel cielo romano in orari ben prestabiliti. Per quanto riguarda la viabilità, saranno chiuse le aree del Colosseo, l’area del Foro Romano e Palatino, il Complesso del Vittoriano con i relativi edifici: strade ed edifici riapriranno alle ore 14.30.

La Festa della Repubblica 2017 non sarà solo sfilate e volteggi, in quanto il programma del 2 giugno romano è ricco di appuntamenti istituzionali e non in occasione del 71esimo anniversario della Repubblica. Le iniziative sono molte, tutte correlate da orari ben precisi. Si inizia alle 9.15 all’Altare della Patria, per vedere il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella deporre la tradizionale corona d’alloro in memoria di chi ha sacrificato la vita per una Italia unita. Si prosegue poi con la tradizionale parata militare alle ore 10 ai Fori Imperiali, mentre subito dopo la pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori di Rivolto sorvolerà il cielo di Roma e stupir il pubblico con le sue acrobazie.

Gli appuntamenti del 2 giugno 2017 proseguono: in occasione della Festa della Repubblica, dalle ore 15 alle 19 si può fare visita ai Giardini del Quirinale, luoghi ricchi di storia, cultura e arte. Gli spazi saranno aperti al pubblico e ci sarà l’occasione di visionare questo tesoro italiano. E’ visitabile anche Palazzo Madama dalle 10 alle 18, anche se ci sarà da attendere almeno 20 minuti tra un gruppo e l’altro. Possibilità di prendere parte alla visita della sede del Senato della Repubblica, previo ritiro del coupon in Piazza Madama 11. Anche Palazzo Giustiniani aprirà i battenti negli orari 10-18, sempre ritirando il coupon in Via della Dogana Vecchia 29 e attendendo 30 minuti tra un gruppo e l’altro.

L'informazione indipendente online